Info pratiche per organizzare un viaggio low-cost a New York

Sogni di andare a New York, ma non sai da dove iniziare?

L’agenzia di viaggio ti ha chiesto cifre spropositate? 

Ecco qualche dritta su come organizzare il viaggio autonomamente e risparmiando: ti basterà armarti di pazienza per spulciare le offerte dei voli e degli hotel, richiedere l’ESTA e… preparare la valigia!

Innanzitutto devi sapere che queste cose sono obbligatorie per entrare negli Stati Uniti (ma te ne parlerò meglio in seguito): 

  • il passaporto,

  • l’ESTA,

  • l’assicurazione medica (quest’ultima non è obbligatoria, ma FORTEMENTE CONSIGLIATA).

Ed ora iniziamo!

Vista al tramonto dal Top of the Rock
  1. IL BUDGET

Iniziamo subito dal tasto più dolente: il budget. New York è una città molto costosa, su questo non si discute. 

Non solo il volo e l’hotel costano parecchio, ma anche i biglietti per le attrazioni principali: per esempio, l’ingresso al solo Empire State Building costa 36 $, quello per il MOMA 25 $, etc… Anche mangiare al ristorante non è per niente economico, ed un cocktail in un locale a Manhattan difficilmente ti costerà meno di 16-17$.

Non sto dicendo tutto questo per scoraggiarti, ma per prepararti a quello che ti aspetta aldilà dell’oceano. 

Noi, in due ed in bassa stagione (fine marzo), per 8 notti in camera con bagno in comune, abbiamo speso € 1.100 a testa (sono esclusi dalla cifra: il volo, l’assicurazione di viaggio ed i souvenir vari. Sono invece inclusi: hotel, pasti, uscite serali, PASS attrazioni musei, la metro e l’ESTA).

Se vuoi risparmiare considera l’idea di dormire in un ostello.

  1. QUANDO ANDARE E PER QUANTI GIORNI?

La prima cosa da fare è ovviamente quella di decidere il periodo ed il numero di giorni da trascorrere nella Grande Mela. Le stagioni migliori per affrontare questo viaggio sono sicuramente quelle primaverili ed autunnali, in quanto l’inverno è molto rigido e l’estate molto afosa, ma comunque la città regala emozioni in qualsiasi mese dell’anno! D’inverno farà freddo, ma potrai vedere la città addobbata di luci natalizie, o con la magia della neve. D’estate invece potrai stenderti al sole di Central Park, fare divertenti pic-nic o andare al cinema all’aperto.

Io sono andata a fine marzo (ricordo ancora il freddo pungente): la città non era affollata di turisti e l’ho visitata tranquillamente. Sono stata contentissima di aver scelto questo periodo! 

Per quanto riguarda il numero di giorni, invece, è consigliabile almeno una settimana. La città è talmente grande che per visitarla tutta probabilmente non basterebbero mesi, ma diciamo che per le attrazioni principali possono essere sufficienti 7 giorni.

 
  1. PRENOTARE IL VOLO

New York non è una meta low cost, ma monitorando con anticipo i siti delle compagnie aeree, potrai trovare dei voli anche intorno i 300,00 €!

Io, ad esempio, ho trovato un volo diretto Milano – New York per fine marzo, con Emirates Airline a soli 325,00 € A/R.

Molto probabilmente non troverai queste cifre nel mese di agosto, ma con uno scalo risparmierai sicuramente.

Per controllare l’andamento dei prezzi dei voli puoi utilizzare siti come Skyscanner o Momondo, ma ricordati di prenotare direttamente sul sito della compagnia aerea.

  1. DOVE DORMIRE

L’altro costo che inciderà parecchio sul budget è sicuramente l’hotel: per una camera matrimoniale a Manhattan, con bagno privato, non troverai niente a meno di 180/200 € a notte. 

Con bagno condiviso, invece, potrai trovare a molto meno. 

Altrimenti, un’alternativa per risparmiare è quella di prenotare fuori Manhattan, come a Brooklyn che oltre ad essere una bella zona, è anche molto tranquilla. Tieni presente però che dovrai fare almeno 30 minuti di metro tutti i giorni per spostarti e che nelle ore di punta la metro è sempre affollata.

Noi abbiamo scelto di dormire a Manhattan, rinunciando al bagno privato, presso l’ Hotel Newton, che si trova sulla Broadway ed è vicinissimo ad una comoda fermata della metro. Questo hotel offre camere sia con il bagno privato, che non. Noi, per 8 notti, abbiamo speso € 835,00 per una matrimoniale con bagno in comune (quindi € 416,50 a testa) e siamo state molto fortunate perché il bagno è stato a nostro uso esclusivo per tutto il periodo del soggiorno (tutti gli altri ospiti avevano camere con bagno privato!).

Mi sento quindi di consigliare questo hotel, sia per la sua ottima posizione,  sia per l’ottima pulizia delle camere. Abbiamo prenotato tramite Booking .

 

Quartiere Dumbo, Brooklyn
  1. L’ESTA 

Una volta prenotato il volo e l’hotel, non ti resta altro che richiedere l’ESTA!

L’ESTA è obbligatorio e ti permetterà di rimanere negli USA fino a 90 giorni (per più giorni occorre il VISTO). 

Richiedere l’ESTA è molto semplice, ti basterà andare sul sito ufficiale (disponibile anche in italiano) e compilare un formulario con i tuoi dati e rispondere a varie domande. Il tutto ti costerà 14 $.

Fai attenzione ai diversi siti che si spacciano per quello ufficiale, addebitandoti però anche fino ad 80$ per il solo “servizio di inoltro della richiesta” per conto tuo (a mio parere sono al limite della legalità)!

  1. ASSICURAZIONE MEDICA

Come ben sai, negli Stati Uniti non esiste un Sistema Sanitario Nazionale pubblico come in Italia, perciò l’assicurazione medica è fondamentale. Lo so, probabilmente non ti capiterà nulla e non avrai bisogno di usarla, ma se per qualsiasi motivo (influenza, intossicazione alimentare, o una caduta accidentale…), avessi bisogno di rivolgerti ad un medico o al pronto soccorso, dovrai pagare il tutto a caro prezzo.

Una visita al pronto soccorso può costarti dai 150$ ai 3.000$, una caviglia slogata 2.500$, un’appendicectomia 17.000$ solo per l’intervento, oltre ovviamente ai costi esorbitanti di ricovero.

Ecco perché consiglio di fare un’assicurazione medica. 

Importante: verifica che l’assicurazione garantisca l’anticipo di denaro in caso di ricovero!

The METropolitan Museum of Art
  1. FARE UN PASS PER LE ATTRAZIONI

Come accennato nel primo punto, i biglietti per le attrazioni costano davvero tanto se presi singolarmente. Puoi però trovare una miriade di pass che ti permetteranno di risparmiare notevolmente!

Ne cito giusto un paio per farti un’idea, ma sul web ne troverai tanti altri:

  • CITY PASS: ingresso a 6 delle attrazioni principali (1.Empire State Building, 2.Statua della libertà, 3.Metropolitan Museum, 4.Top of the rock o Guggenheim Museum, 5.American Museum of Natural History, 6.Museo del 9/11 o Intrepid/Space Museum) per una durata di 9 giorni. Costo 180$ o scontato fino a 126$ se in promozione.

  • EXPLORER PASS: potete acquistare il pass in base al numero di attrazioni che volete vedere, da 1 a 10, scegliendo tra quelle proposte (ce ne sono davvero tantissime e tutte le principali sono incluse tranne il One World Observatory). Dura fino a 30 giorni e il costo dipende dal numero di attrazioni scelte.

Noi abbiamo scelto quest’ultimo, pagando 150€ per 7 attrazioni a nostra scelta.

  1. COME SPOSTARSI A NY 

Il mezzo più veloce per spostarsi in città è senza dubbio la metropolitana! Puoi arrivare davvero ovunque e non è così complicata come sembra. 

Una volta capito che per andare a nord basta seguire le indicazioni per “Uptown”, mentre per andare a sud “Downtown” e che la linea Express fa solo alcune fermate (evidenziate nella mappa della metro con un pallino bianco, mentre la linea Local le farà tutte, sia con pallino bianco che nero), il gioco è fatto.

Per utilizzare la metro devi fare la Metrocard, una tesserina che costa 1$, ricaricabile dell’importo preferito: una corsa singola costa 2,75$; l’abbonamento di 7 giorni, con corse illimitate, costa 32$.

Nella Metrocard sono inclusi anche gli autobus. Non è invece compreso l’Airtrain per l’aeroporto JFK.

 

L’altro mezzo più famoso è indubbiamente il Taxi giallo, visto e rivisto in tantissimi film! Ma oltre al costo sicuramente più alto, potresti rimanere imbottigliato nel traffico se preso nelle ore di punta.

N.B: i taxi non sono prenotabili, per fermarne uno lungo la strada dovrai sbracciarti proprio come nei film.

 

Un’alternativa al classico taxi è Uber, ma i costi non variano di molto rispetto a quelli dei loro concorrenti (anzi, potrebbero essere più alti).

 

Per raggiungere il centro dall’aeroporto JFK, puoi utilizzare sia la metropolitana abbinata all’Airtrain ( 5$ ), che il taxi (circa 70$ ). Sicuramente il vantaggio della metro rispetto al taxi è quello del prezzo, ma è indubbiamente più scomoda di quest’ultimo: tra valigie e stanchezza dal viaggio, capire come funziona la metro non è proprio immediato… quindi a te la scelta.

Noi ad esempio abbiamo preso il taxi all’andata ( abbiamo speso 70$ totali) e la metro al ritorno.

  1. MANGIARE LOW COST

Premesso che a New York potrai trovare un’immensa varietà di cucine da tutto il mondo, ovviamente uno dei massimi emblemi degli USA è l’hamburger. Ma a parte che nelle classiche catene, nei pub e ristoranti il costo di un hamburger va dai 15 $ in su, oltre alla mancia. Ho trovato anche pub con hamburger senza glutine molto buoni (scriverò un articolo in merito prossimamente)!

Un altro simbolo prettamente newyorkese, è sicuramente l‘hot dog nei classici carretti di venditori ambulanti, sparsi per tutta la città. I prezzi variano dai 2 ai 6/7 $ in base alla dimensione (ovviamente essendo io celiaca per me sono stati off limits).

Il posto migliore dove mangiare spendendo poco, perfetto anche per chi ha intolleranze alimentari, è il Whole Food Market: una catena di supermercati, con molti alimenti biologici e senza glutine. All’interno di questi supermercati troverai quasi sempre un self-service con pietanze già pronte: zuppe calde, maxi insalate, primi e secondi. Il tutto a circa 8 $ per libbra (450 grammi). Sempre all’interno del supermercato ci sono tavoli e posate per mangiare comodamente.

Nei pub e nei ristoranti portano sempre un bicchiere di tap water (acqua del rubinetto), è gratis e potete bere anche solo quella.

Ricorda che ai prezzi indicati nei menù, dovrai sempre aggiungere le tasse (quasi il 9% in più), oltre ad ovviamente la mancia che può variare dal 15 % al 20/22 %. Talvolta nel conto sarà indicata la mancia suggerita, altrimenti la dovrai calcolare tu… non dimenticarti di farlo! 

  1. APP UTILI PER IL CELLULARE

  • UNDERWAY: comodissima per la metropolitana!

  • GOOGLE TRADUTTORE: se hai bisogno di aiuto con l’inglese. C’è anche il pacchetto offline.

  • GOOGLE MAPS: non sempre va il segnale GPS, ma io l’ho trovata comunque utile per orientarmi.

  • MOVIESPOT NYC: con questa app puoi vedere se nei dintorni sono stati girati dei film 🙂

Questo è tutto! Se hai altre domande non esitare a scrivermi…. Buon viaggio!

 

Linda

Pubblicato da

Tra le nuvole è come mi sento quando viaggio. Tra le nuvole è l’aereo che mi porta in posti nuovi. Tra le nuvole sono io, quando mi dimentico (spesso) le cose; è emozione, felicità, passione.

7 risposte a "Info pratiche per organizzare un viaggio low-cost a New York"

  1. Che peccato non aver avuto l’app per trovare le attrazioni cinematografiche e il non sapere dell’explorer pass. All’epoca io consultai solo il citypass e non sapevo proprio ne esistesse anche uno diverso!

    Piace a 1 persona

  2. Un viaggio a New York prima o poi mi piacerebbe farlo ma non mi ero mai davvero interessata al punto di capire quanto potesse costare e devo ammettere che è molto più di quello che avevo immaginato anche se, con i dovuti accorgimenti (come ad esempio scegliere la camera con bagno in comune) si riesce a risparmiare!

    Piace a 1 persona

    1. New York è una città carissima, un cocktail a Manhattan ti costa all’incirca 16/18€! Però esatto, con qualche accorgimento si può risparmiare ed i soldi spesi per viaggiare sono sempre spesi bene 😂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.