Ode al trekking

Quando hai dieci anni, l’unico posto dove andare in vacanza è il mare, toccare la sabbia, riposarsi sulla riva , buttarsi in acqua e giocare a gavettoni con gli amici.

Quando senti la parola “escursione” sale la disperazione e inizi una lamentela lunga un rosario.

Sfortunatamente sei ancora stupida e sotto la custodia dei tuoi genitori, quando con fatica ti trascini nei trekking di tuo padre per non so quanti chilometri a testa bassa.

Tuo padre , con gambe lunghe e poca pazienza non ti aspetta, quindi o inizi a sgambettare come uno stambecco o rimani dispersa in non so quale monte.

La cosa, non può certo finire qui: oltre alle escursioni paterne ci sono le vacanze parrocchiali in montagna, infinite camminate con zaini carichi di cibo, dove gli educatori facevano a gara tra di loro a quale gruppo arriva per primo, e tu povero agnello, eri solo un pezzo della scacchiera.

Poi diventi grande e finalmente puoi scegliere da sola come trascorrere le vacanze, ma inevitabilmente la prospettiva cambia, se prima il mare era il posto perfetto per le vacanze estive, adesso invece è troppo caldo, troppo affollato, troppo chiassoso e ritorni a desiderare quel silenzio e la tranquillità delle montagne.

La montagna non si ama da piccoli.

Da bambini ci si vuole divertire, essere spensierati

La montagna, invece è una sfida; la mia sfida con il mondo e con me stessa.

Testare le proprie capacità e resistenza, chiedendoti lungo tutto il tragitto perché non sei rimasta a dormire sotto le coperte, per poi arrivare alla vetta e capire il perché tutto sommato, hai fatto la scelta giusta.

Mary

2 Comments

  1. Io invece la montagna l’ho amata fin da piccola. Odiavo il mare ed ero felicissima di passare il mese estivo di vacanza in montagna. Ho sempre amato camminare e sempre sentito che i miei camminavano troppo lenti :-). In montagna mi sono innamorata degli alberi e del bosco e questo ha dato la direzione alla mia vita.

    Piace a 1 persona

    1. io ci ho messo un bel po’ prima di amarla!!! 😛
      Alla fine la cosa importante è che adesso è per me l’aria nei polmoni 🙂
      io adoro i suoi colori e che ad ogni stagione è sempre un qualcosa di diverso, di nuovo.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...